venerdì 19 luglio 2013

Ingiustizie

Questo ultimo mese sono stata molto occupata su un caso difficile, delicato, che ha a che fare con una persona che lavora (anche) con i bambini.
Una brava persona, davvero, a cui la cattiveria di alcuni sta rovinando la vita e la carriera.
Un caso che mi sta prosciugando e al quale non smetto mai di pensare. Nemmeno la notte.

Ma è anche uno di quei casi in cui capisco il vero ruolo sociale del mio lavoro, ovvero aiutare gli altri contro le ingiustizie.
Perchè noi siamo trattati male, pensati come esseri litigiosi attaccati solo al vile denaro, che si sollazzano nei cavilli e godono nel dilatare i tempi.
E invece siamo nella maggior parte delle persone di buon senso, che cercano di far ragionare le persone perchè è sempre meglio una "brutta ma veloce conciliazione che una buona ma ultradecennale sentenza" e che nel nostro piccolo cerchiamo di aggiustare le storture e le ingiustizie di questo mondo.

E in questi giorni, questo lavoro, che a volte non sopporto più nemmeno io, mi piace.
Perchè questa persona ha ragione da vendere, e deve vincere.
Perchè un bambino, o i vostri, o anche i miei, potrebbero un giorno avere bisogno di lui, e io vorrei che ci fosse lui al loro fianco.

6 commenti:

  1. E' molto bello sentire che il proprio lavoro ha un senso, vero? Spero che il tuo cliente ce la faccia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spero tanto anche io! Ma purtroppo non dipende solo da me, dal tipo di Giudice che troverà. Speriamo bene!

      Elimina
  2. Conosco questa sensazione di assorbimento, quando i problemi di altri diventano nostri e non per lavoro ma per morale. A volte non si riesce a restare fuori ma questa e' la differenza che passa tra chi fa il lavoro con il cuore echi con le scartoffie!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non oso immaginare come possa stare chi fa lo psicologo.. io già così mi affratello con le persone (però solo con chi lo merita davvero, come in questo caso), pensa loro!

      Elimina
  3. ciao ti ho visto da mammapiky....ti seguirò con piacere,,,anche io sono di Roma (se ho capito bene!?)....complimenti per la tenacia e la passione, le parole sono giustissime peccato che come dici tu ci sia tanta tanta gente invidiosa e accomodante...a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! si, Roma Roma ;)
      Benvenuta!

      Elimina